Le laude di Garzo

Componimenti poetici religiosi, quattro dei quali inclusi nel Laudario cortonese* (Cortona, Biblioteca Comunale, codice 91). In essi Garzo si firma nell’ultima o nella penultima strofe; Mazzoni propose l’identificazione di Garzo con ser Garzo dell’Incisa in Vadarno, notaio, bisavolo paterno del Petrarca. Nella lauda Altissima luce Garzo si definisce dottore, termine cui si può attribuire il […]

ARNAUT DANIEL E IL GIOCO DEI DADI

Un nome e un cognome esagrafi: Arnaut Daniel; un nome, Arnaut, che oltre che ‘folle’, significava anche ‘biscaziere’, ‘giocatore’, ‘Débauché, coquin, homme sans aveu’[1]. Questo trovatore non poteva essere indifferente al gioco dei dadi. Della sua natura (vera o solamente letteraria) ci dà conto un famoso scambio poetico di sirventesi, edito nel 1936 da Contini, […]

IL GIOCO DEI DADI NEL MEDIOEVO

Il gioco dei dadi è uno più diffusi in occidente e in oriente fin dall’antichità, come mostrano i numerosi ritrovamenti archeologici, i riferimenti letterari e le leggi di interdizione emanate dalle istituzioni laiche e religiose di ogni tempo[1]. Per il Medioevo occidentale si è in presenza di un’imponente proliferazione delle attestazioni relative, sia in ambito […]

Il Cantico delle Creature di San Francesco

Introduzione, testo, parafrasi e commento

Componimento poetico dettato da San Francesco in San Damiano presso Assisi. L’intitolazione è data probabilmente dallo stesso San Francesco (perché, come è scritto nello Speculum: «sol est pulchrior aliis creaturis, et magis potest assimilari Deo, immo in Scriptura ipse Dominus vocatur sol justitiae»), ma il componimento è conosciuto anche come Laudes creaturarum. Il codice più antico è il ms. […]

METRICA E MEMORIA

Le Muse, si sa, sono figlie di Mnemosyne; la poesia nasce dalla Memoria e per la Memoria. Ma le tecniche di cui essa universalmente si avvale, sono funzionali alla conservazione del sapere? La risposta a questa domanda, a mio avviso cruciale, riguarda non solo lo status, il senso e la natura di metro, ritmo e […]

La fonte francese della conta Ponte ponente ponte pì

Pscofilologia della vita quotidiana

Ponte ponente ponte pì è una delle più note conte per bambini italiane: Ponte ponente ponte pì  tappetà perugia;  ponte ponente ponte pì       tappetà perì. Eccone un divertente rifacimento: Video YouTube In rete ho potuto raccogliere le seguenti varianti: var. 1: Ponte petipettapete  ponte petì perugia ponte petippetapete ponte peti perù! var. 2: […]

Il Laudario Cortonese

Seconda metà del XIII sec.

Raccolta manoscritta di poesie religiose, probabilmente appartenuta alla confraternita cortonese di Santa Maria della chiesa di S. Francesco; è tuttora conservato a Cortona (Biblioteca Comunale, codice 91). Si tratta del più antico laudario conservato, di fondamentale importanza anche per essere latore di quarantasei laude musicate. I testi riportati nel LC sono in parte tràditi anche […]

LA LIRICA GALEGO-PORTOGHESE

1. Le coordinate. La lirica galego-portoghese fu coltivata da poeti appartenenti ai ceti sociali più vari – dai giullari di professione ai re – in tutta la penisola iberica durante un periodo che abbraccia il XIII e la prima metà del XIV secolo. Come limite ad quem della scuola poetica galego-portoghese è generalmente fissato il 1354, data della […]

LA DONNA AMATA DA ARNAUT DANIEL

Documenti su Guillem de Bouvila e sua moglie

La biografia antica del trovatore Arnaut Daniel ci dice che egli «amet una auta domna de Gascoingna, muiller d’En Guillem de Buovilla» [Amò una nobildonna della Guascogna, moglie di Guillem de Bouville]. Anche se molto si è discusso su questa dama, fino ad oggi l’auta domna e suo marito sono rimasti non identificati. Nel sito della Foundation for Medieval […]

ARNAUT DANIEL DOCUMENTATO

Si addita un documento non noto in cui figura il nome Arnaut Daniel

Nel quadro della filologia collaborativa che abbiamo inaugurato (vedi knol Canettieri, Gruber, Lazzerini e l’intervento di Distilo acquisito da Gruber), vorrei sottoporre a tutti i filologi knolisti un documento non noto ai provenzalisti (mi sembra), in cui compare un Arnaut Daniel. Si tratta del Liber feodorum conservato nel tesoro del vescovado d’Angoulême  un registre où sont transcrits, […]

THIBAUT DA CHAMPAGNE ROI DE NAVARRE

Poesie chansons

Wallensköld, A., Les chansons de Thibaut de Champagne, Roi de Navarre, Paris, 1925.   I, P 1, R 237   L240,43 Por conforter ma pesance Faz un son. Bons ert, se il m’en avance, Car Jason, Cil qui conquist la toison, N’ot pas si grief penitance. E ! é! é! Je meïsmes a moi tence, Car reson Me dit […]

LA TAVERNA E L’OFFICINA

Il giullare e il fabbro nella poesia dei trovatori

L’antica biografia del trovatore Arnaut Daniel ci informa del fatto che egli «amparet ben letras e fetz se joglar, e pres una maniera de trobar en caras rimas, per que sa cansons no son leus ad entendre ni ad aprendre».  Questo autore era quindi un esponente di quella «corrente» poetica denominata (a proposito o meno) del trobar car, cioè […]

FRANCESCO PETRARCA E L’AURA DEI SOSPIRI

Sul nome di Laura

Ormai sembra accertato che «Laura prima di essere una donna è un nome, un significante, e una funzione»[1]. Per le variazioni sul nome di Laura, Cesare Segre ha proposto il termine greimasiano di “isotopia”, definendo “isotopie dell’espressione” i giochi sul piano fonico «che corrispondono a una ricorrenza di /Laura/ attraverso i fonemi e gruppi di […]

IL MIGLIOR FABBRO IL MEN FAMOSO ARNALDO E ALTRE NOTIZIE DAL PURGATORIO

“e cessa la mia meraviglia dal rimembrarmi quant’ore, quanti giorni, e più quante notti, abbia io trapas­sate in questa specolazione, e quante volte, disperato di poterne venire a capo, abbia, per consolazione di me medesimo, fatto forza di persuadermi, a guisa dell’infelice Orlando, che po­tesse non esser vero quello che tutta­via la testimonianza di tanti […]

METRICA E TEMPO

…e la grandezza straordinaria della gioia non conoscerà i limiti delle sillabe… S. Agostino 1. Una «filosofia della metrica». Nonostante il moltiplicarsi dei manuali, degli scritti, dei numeri monografici di riviste e miscellanee, dell’interesse in genere per la metrica, non si può non dare ragione a Giorgio Agamben, il quale in un contributo recente ha […]